fosso ChiaroneAnima mia eterna
osserva il tuo voto
malgrado la notte così nulla
e il giorno di fuoco 
 



Attraverso il Belgio e l’ Olanda, raggiunse a piedi l’ Africa, il cono del vulcano spento, maledicendo se stesso e l’Europa tutta. Nello sforzo costante d’attraversare frontiere, spiccò il salto che non si dice, se non accennandovi. Era già scritto che il testimone avrebbe dovuto buttarsi anima e corpo in quella verità composta di disordine. Come cantare di antiche montagne consumate dal ritmo, votate a concimare la regione di pianura. Non è nominando le cose che ci salveremo, che ritroveremo il cammino perduto, se gli abbiamo dato un nome solo per non perdere l’ orientamento. Siamo noi il mondo. Non c’è altro luogo che l’esserci. La mappa ci dice dei punti di luce disponibili, non cosa c’è dentro al cuore: la cavalcata sarà per nostra fortuna pericolosa.
 

Annunci