Ecchili là, impotenti, a governare una materia eterea che non si fa dominare, che gli scappa da tutte le parti, subordinati alla sovralimentazione del capitale, la turbo-finanza, genesi ed essenza del sistema. Niente tassa sulle banche nè sulle transazioni finanziarie, cresce lo stuolo degli interessati imbelli che si sperticano in critiche alla sola intenzione – vedi Prodi sul Messaggero di oggi, e questo doveva essere un uomo di Stato- . L' unica cosa chiara è ripianare i debiti sovrani – debiti fatti con le banche centrali o con la Banca Mondiale, tutte ovviamente private. Solo Obama va avanti con la riforma della finanza, non riesco a capire chi e come mai glielo si consenta.

Annunci