-Un filologo indaga il segreto delle parole, non è così?
Colto alla sprovvista, Ronald aveva annuito.
-E qual è, dunque?
I suoi occhi brillavano di una luce inquieta, azzurri come certi cieli nelle terre del Sud. Non c’era ombra di malizia nel suo sguardo.
In quel momento Ronald si era ritrovato la risposta sulle labbra.
– Le parole dànno significato alle cose. Usare un linguaggio è costruire un mondo. Credo sia questo il segreto.
L’ altro era tornato  a guardare gli anelli nella teca con uno strano sorriso.
-Come un giuramento o una formula magica.
Ronald era rimasto serio.
-Come un atto d’amore. E’ scritto che in principio fu il Verbo.

 

da “Stella del mattino” di Wu Ming 4